Tutti in Campo

Tutti in Campo

“Tutti in campo”, un progetto di solidarietà per offrire a giovani di Napoli un’occasione di riscatto

Napoli, 4 luglio 2014 – Banca Popolare di Milano, Sebeto Spa, ManpowerGroup, Circolo Canottieri Napoli, hanno presentato oggi Tutti in Campo, il progetto di solidarietà che li vede uniti per offrire ad alcuni giovani affidati ai servizi della Giustizia Minorile e ad altri provenienti dai quartieri Scampia, Santa Lucia, Foria e Ponticelli un’opportunità di formazione, crescita e possibile inserimento nel mondo del lavoro.

L’iniziativa, promossa da Sebeto Spa, ha previsto la realizzazione di un percorso educativo e formativo per una ventina di giovani, selezionati da ManpowerGroup fra i 40 segnalati dal Centro per la Giustizia Minorile Campania e da alcuni operatori sul territorio, giovani che presentano buone potenzialità di inserimento o reinserimento nella società civile.

Il corso,è stato  tenuto presso la Direzione del Centro per la Giustizia Minorile ad opera dei formatori di BPM, Sebeto Spa e ManpowerGroup, ha previsto moduli sia teorici che pratici volti ad accompagnare i giovani nella scelta di una professione. In particolare, alle prime cinque lezioni riguardanti nozioni generali di economia, diritto e organizzazione (40 ore), è seguito un corso di “aiuto pizzeria, sala e cucina” di due settimane che si è svolto presso Create Connections - Istituto Don Calabria e che è stato coordinato dall’Executive Chef di Sebeto Spa il Professor Antonio Sorrentino: 80 ore di attività e di insegnamento delle tecniche di sala, cucina ed un corso completo di aiuto-pizzeria.

Al termine del percorso, tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di frequenza, una carta prepagata offerta da BPM su cui è stato caricato un piccolo contributo e sono stati inseriti nei database di ManpowerGroup, con la possibilità di essere contattati dalle aziende operanti nel settore food.

Inoltre, i 7/8 ragazzi più meritevoli hanno avuto l’opportunità di lavorare per il mese di agosto con un contratto a termine in somministrazione presso le pizzerie Rossopomodoro della Sebeto Spa, in qualità di aiuto-pizzaioli e aiuto-camerieri mentre gli altri partecipanti  hanno ricevuto una “Borsa di Sport” dal Circolo Canottieri Napoli, consistente in un corso sportivo gratuito a scelta tra le discipline curate dalla Canottieri Napoli.

Il progetto si avvale delle importanti collaborazioni del Centro per la Giustizia Minorile Campana del Ministero di Giustizia, della Fondazione Cultura e Innovazione, della Delivery Unit Campania, della Parrocchia di Santa Lucia a Mare e della Create Connections Social - Opera Don Calabria. Inoltre “Tutti in Campo” ha il patrocinio e l’egida del Tribunale per i minorenni di Napoli.

Napoli, 30 luglio 2014 – Con la premiazione dei ragazzi partecipanti al corso di formazione, si è conclusa la prima edizione del progetto “Tutti in Campo”. 

La premiazione ha avuto luogo nel Ristorante Rossopomodoro di via Partenope, dove gli stessi ragazzi di “Tutti in Campo” hanno preparato e servito il rinfresco mettendo in pratica quanto appreso durante il corso. 
Enorme soddisfazione è stata espressa dai promotori dell’iniziativa per i risultati raggiunti. Il corso è stato frequentato con serietà e interesse da parte di tutti i 19 ragazzi inizialmente selezionati che oggi hanno ricevuto tutto quello loro promesso. 

L’iniziativa, che sarà replicata anche a Roma e Milano, rappresenta per le aziende e le istituzioni partner un esempio semplice ma concreto di collaborazione a sostegno del territorio, con particolare riferimento alle fasce giovanili che vivono situazioni di particolare difficoltà anche in ragione dell’attuale contingenza economica e sociale.

Tutti in Campo: una squadra di eccezione, un incontro sinergico fra Imprese, Sport, Lavoro e Istituzioni che darà la possibilità a questi giovani di essere avviati ad un efficace percorso di formazione e recupero sociale, verso un futuro migliore.